Archivi del mese: Gennaio 2013

Il Prof. di tedesco di Primo Levi

Il solo suono della lingua tedesca fa sanguinare l’enorme «ferita ancora fresca della Shoah», questa frase, pronunciata lo scorso febbraio da alcuni deputati della Knesset israeliana, in occasione delle visita in Israele del presidente tedesco Horst Köhler, non sarebbe piaciuta … Continua a leggere

Pubblicato in Past | Contrassegnato , , | Commenti disabilitati su Il Prof. di tedesco di Primo Levi

I numeri e le regole

“Il pragmatismo è dei forti, le regole servono per i deboli. Ignorando lo stato di diritto, si passa ai rapporti di forza, e in questo momento le autonomie speciali forti non lo sono. Hanno certamente alcuni importanti baluardi giuridici, che … Continua a leggere

Pubblicato in Post | Contrassegnato , , , , | Commenti disabilitati su I numeri e le regole

“Capire l’altro” di Hans Karl Peterlini (note a margine)

“A incontrarsi o a scontarsi non sono culture, ma persone. Se pensate come un dato assoluto, le culture divengono un recinto invalicabile che alimenta nuove forme di razzismo. Ogni identità è fatta di memoria e oblio. Più che nel passato … Continua a leggere

Pubblicato in Post | Commenti disabilitati su “Capire l’altro” di Hans Karl Peterlini (note a margine)

Come si diventava presidenti (a Praga)

Un cantante, Frank Zappa, compone la canzone “Plastic People”, un altro, Milan Hlavsa, la usa per dare il nome al proprio gruppo musicale che un regime poliziesco fa arrestare con l’accusa di «corruzione di gioventù». Un drammaturgo, 15 anni prima … Continua a leggere

Pubblicato in Past | Contrassegnato , , , | Commenti disabilitati su Come si diventava presidenti (a Praga)